Master e corsi universitari di perfezionamento 2019-20: la graduatoria

È stata pubblicata la graduatoria degli ammessi con riserva del bando “Master universitari di I e II livello e corsi universitari di perfezionamento 2019-2020”. Il bando è rivolto ai figli e orfani degli iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici e iscritti alla Gestione Magistrale.

Fonte - INPS

Censimento e rilascio del PIN ai professionisti abilitati: chiarimenti

Il messaggio 24 luglio 2019, n. 2819 ha dato disposizioni in merito al censimento e il rilascio del PIN ai professionisti abilitati, ovvero avvocati, dottori commercialisti ed esperti contabili, che intendono svolgere attività in materia di lavoro, previdenza e assistenza sociale e operare quali intermediari nei confronti dell’INPS.

Con il messaggio 28 novembre 2019, n. 4440 l’Istituto fornisce ulteriori chiarimenti e indicazioni dettagliate circa gli adempimenti da assolvere con particolare riguardo al censimento dei professionisti destinatari del messaggio.

Fonte - INPS

Imprese edili: confermata la riduzione dei contributi per il 2019

Con il decreto interministeriale 24 settembre 2019 è stata confermata, per il 2019, la riduzione contributiva a favore delle imprese edili.

La riduzione sui contributi dovuti, nella misura dell’11,50%, si applica ai soli operai occupati a tempo pieno, ossia con un orario di lavoro di 40 ore settimanali. Non spetta, quindi, per i lavoratori a tempo parziale.

Con la circolare INPS 28 novembre 2019, n. 145 l’Istituto fornisce le indicazioni sui requisiti e sulle modalità operative per l’accesso al beneficio.

Fonte - INPS

Fondo IPOST: bando contributi handicap grave e per grave malattia

È stato pubblicato il bando del concorso “Contributi per handicap grave e contributi per grave malattia – Gestione Fondo IPOST”, che conferisce un contributo per il rimborso delle spese sostenute per la cura di gravi malattie e/o riconducibili alla condizione di handicap grave in favore dei:

  • dipendenti e pensionati del Gruppo Poste Italiane SpA e dipendenti e pensionati ex IPOST sottoposti in servizio alla trattenuta mensile dello 0,40%, di cui all’articolo 3, legge 27 marzo 1952, n. 208;
  • loro coniugi/uniti civilmente e figli conviventi o domiciliati presso strutture di cura e assistenza specializzate. 

Gli interessati possono presentare domanda dalle 12 del 29 novembre alle 23:59 del 31 dicembre 2019.

Fonte - INPS

Osservatorio politiche occupazionali e del lavoro: dati 2018

È stato pubblicato l’Osservatorio delle politiche occupazionali e del lavoro con i dati relativi al 2018.

Come si evince dalla serie storica, nell’ultimo anno si registra una diminuzione del numero medio di lavoratori che beneficiano delle diverse tipologie di interventi occupazionali.

Osservando le politiche attive, nel loro complesso, si rileva che si è fatto maggiormente ricorso agli incentivi a tempo indeterminato (62,4%) e ai contratti a causa mista (30%).

Per maggiori informazioni è possibile consultare le statistiche sulle politiche del lavoro(pdf 589KB).

Fonte - INPS

Dichiarazione dei redditi per cumulo pensione con lavoro autonomo

Ai fini dell’applicazione del divieto di cumulo della pensione con i redditi da lavoro autonomo (articolo 10, comma 4, decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 503), i titolari di pensione devono produrre all’ente erogatore della pensione la dichiarazione dei redditi da lavoro autonomo riferiti all’anno precedente, entro lo stesso termine previsto per la dichiarazione ai fini dell’IRPEF per il medesimo anno.

I titolari di pensione con decorrenza compresa entro il 2018, soggetti al divieto di cumulo parziale della pensione con i redditi da lavoro autonomo, sono tenuti a dichiarare entro il 2 dicembre 2019, data di scadenza della dichiarazione dei redditi del 2018, i redditi da lavoro autonomo conseguiti nel 2018.

L’INPS, con il messaggio 27 novembre 2019, n. 4430, fornisce chiarimenti in ordine all’individuazione dei pensionati tenuti alla comunicazione dei redditi da lavoro autonomo conseguiti nel 2018.

Fonte - INPS

Extracomunitari e comunitari nati nell’Europa dell'Est: dati del 2018

Sono stati pubblicati gli Osservatori sui cittadini extracomunitari e sui cittadini comunitari nati nei Paesi dell’Europa dell’Est, con i dati aggiornati al 2018.

 

Cittadini extracomunitari

Nel 2018 il numero di cittadini non comunitari conosciuti all’INPS è pari a 2.483.126, di cui 2.209.722 lavoratori (89%), 124.341 pensionati (5%) e 149.063 percettori di prestazioni a sostegno del reddito (6%).

Le cittadinanze non comunitarie maggiormente rappresentate sono Albania (327.674), Marocco (281.131), Cina (215.130), Ucraina (175.983), Filippine (122.915) e Moldova (111.727). Nel complesso queste sei nazioni totalizzano circa la metà del totale dei non comunitari conosciuti all’INPS (49,7%).

 

Cittadini comunitari nati nei Paesi dell’Europa dell’Est

Nel 2018 sono 954.274 i comunitari nati nei Paesi dell’Europa dell’Est. Di questi 779.630 sono nati in Romania (81,7%), 76.077 in Polonia (8,0%), 45.207 provengono dalla Bulgaria (4,7%) e solo il 5,6% proviene dai restanti otto Paesi analizzati.

I comunitari dell’Europa dell’Est sono cresciuti fino al 2012, passando da 883.961 a 989.083. Tra il 2012 e il 2013 la crescita ha subito una flessione del 2,9%. Il numero è rimasto sostanzialmente stabile fino al 2017, per poi decrescere di nuovo del 1% tra il 2017 e il 2018.

Fonte - INPS

Progetto Archimede: pubblicata la graduatoria 2019-2020

È stata pubblicata la graduatoria per l’assegnazione di 40 borse di studio del Progetto Archimede – master in entrepreneurship 2019-2020.

Il bando, riservato ai figli e orfani (o equiparati) di dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici, è finalizzato alla creazione di start up.

Fonte - INPS

Cessione del quinto della pensione: convenzione e regolamento

L’Istituto ha adottato la nuova convenzione finalizzata a disciplinare la concessione di finanziamenti ai pensionati INPS, da estinguersi dietro la cessione del quinto della pensione, aggiornando il relativo regolamento.

L’attuale testo di convenzione ha validità dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2022.

Con il messaggio 26 novembre 2019, n. 4385 si forniscono le istruzioni per le banche e gli intermediari finanziari interessati alla convenzione.

Fonte - INPS